“Pina… cucina con amore” – 33° ricetta: “Riso venere al finocchietto selvatico con zucchine gamberetti e pomodorini confit”

Riso venere al finocchietto selvatico con zucchine gamberetti e pomodorini confit
Serves 6
Primo piatto
Stampa
Preparazione
30 min
Cottura
1 hr
Total Time
1 hr 30 min
Preparazione
30 min
Cottura
1 hr
Total Time
1 hr 30 min
Ingredienti
  1. 1 pacchetto di riso venere
  2. 2 zucchine medie
  3. 400 gr gamberetti sgusciati o surgelati
  4. 2 mazzetti di finocchietto selvatico
  5. 1 cipolla
  6. 2 spicchi di aglio
  7. 2 acciughe sott’olio
  8. 20 pomodorini piccadilly
  9. mandorle a scaglie (facoltative)
  10. zucchero di canna q.b.
  11. aromi vari (timo origano basilico)
  12. sale, pepe, olio evo
Istruzioni
  1. In una capiente casseruola mettere il riso a bollire in acqua salata per circa 40 minuti.
  2. Scolare, condire con un filo di olio e mettere da parte.
  3. Accendere il forno a 160°.
  4. Tagliare nel senso della lunghezza i pomodorini, levare i semi, ed adagiarli, rivolti verso l’alto, su una leccarda da forno rivestita con carta forno oleata.
  5. Preparare un trito con gli aromi e ½ spicchio di aglio. Porre il trito su ogni pomodorino, agg l’origano, un velo di zucchero di canna ed un filo di olio (fig.1).
  6. Infornare per 1 ora e 20 min, sino a caramelizzazione (fig. 2).
  7. In una padella grande mettere l’olio, la cipolla tritata, le acciughe e l’aglio tagliato finemente. Lasciare imbiondire, aggiungere le zucchine tagliate a tocchetti, le punte del finocchietto spezzettate, sale e pepe q.b. ed un bicchiere di acqua (fig. 3).
  8. Coprire e stufare a fuoco dolce per circa mezz’ora, fino ad assorbimento dell’acqua. Quasi a fine cottura inserire i gamberetti freschi, lasciandone qualcuno per l’impiattamento, (se si utilizzano quelli congelati metterli per pochi minuti in un padellino senza agg. acqua).
  9. Cuocere il sughetto ancora per 5 minuti, agg. il riso ed amalgamare tutti gli ingredienti. A questo punto si è pronti per impiattare, come in foto copertina o come la nostra fantasia ci detta.
Note
  1. Consiglio: tutte le preparazioni possono essere cucinate prima. Alla fine rimarrà solo l’assemblamento in padella degli ingredienti e l’impiattamento. Il piatto risulta ottimo anche se preparato con un buon riso carnaroli.
C.R.A.L. Città Metropolitana di Messina http://www.cralprovme.it/

“Pina… cucina con amore” – 32° ricetta: “Girelle di uova con salsa di rucola e insalatina in agrodolce”

Girelle di uova con salsa di rucola e insalatina in agrodolce
Serves 6
Secondo piatto buono leggero e colorato
Stampa
Preparazione
30 min
Preparazione
30 min
Ingredienti
  1. 8 uova
  2. 2 cucchiai colmi parmigiano
  3. ½ bicchiere latte
  4. sale, pepe, q.b.
  5. 150 gr prosciutto cotto alla brace
  6. 6 sottilette
  7. olio evo q.b.
  8. insalatina novella
  9. cubetti pane tostato (facoltativi)
  10. 100 gr di feta
  11. glassa balsamico
Per la salsa di rucola
  1. 70 gr rucola
  2. 30 gr parmigiano
  3. 30 gr pecorino romano
  4. 80 gr olio
  5. sale q.b.
  6. 1 punta di cucchiaino di zucchero
per decorare
  1. pomodorini q.b.
Istruzioni
  1. In un frullatore poniamo la rucola con il parmigiano, il pecorino l’olio, il sale e lo zucchero (fig.1).
  2. Frulliamo il tutto sino ad ottenere una crema densa, se è il caso aggiungere un po di olio, e mettiamo da parte (fig.2).
  3. Accendiamo il forno a 180°.
  4. In una terrina sbattiamo le uova, aggiungiamo il latte, il parmigiano, il sale ed il pepe, amalgamiamo e versiamo nella leccarda da forno ricoperta di carta forno oleata (fig.3).
  5. Infornare per circa 10 minuti. Quando vediamo la frittata rappresa, ma non troppo cotta, la usciamo dal forno e, la passiamo su un piano di lavoro insieme alla carta forno.
  6. A questo punto la farciamo adagiando per tutta la larghezza il prosciutto, le sottilette ed una spolverata di parmigiano. Aiutandoci con la carta forno la chiudiamo arrotolandola su se stessa sino a formare un salame (fig.4).
  7. Conserviamo il salane in frigo un paio di ore ed al momento di servire lo tagliamo a fettine di 1 cm e lo scaldiamo in forno 5 minuti (fig.5).
  8. Nel frattempo condiamo l’insalatina verde con olio, sale, tocchetti di pane tostato, feta sbriciolata e glassa di balsamico.
  9. Usciamo le girelle dal forno ed impiattiamo come in foto, con l’insalata, il pesto di rucola e qualche pomodorino.
Note
  1. Secondo piatto buono, leggero e colorato. Adatto anche ad essere presentato in un buffet di antipasti. Si può preparare in anticipo. La salsa di rucola con l’aggiunta di pinoli può essere utilizzata sui crostini di pane o su un piatto di pasta al pomodoro.
C.R.A.L. Città Metropolitana di Messina http://www.cralprovme.it/

“Pina… cucina con amore!” – 31° ricetta: “Torta di mele”

Torta di mele
Dolce di facile esecuzione
Stampa
Preparazione
30 min
Cottura
35 min
Total Time
1 hr 5 min
Preparazione
30 min
Cottura
35 min
Total Time
1 hr 5 min
Ingredienti
  1. 100 gr di mandorle pelate
  2. 230 gr di farina
  3. 2 uova intere
  4. 3 mele renette
  5. 1 yougurt alla vaniglia
  6. ½ bicchiere di yougurt di olio di semi
  7. 1 bicchiere di yougurt di latte p.s.
  8. 80 gr zucchero di canna + 2 cucchiai
  9. 1 bustina di lievito
  10. cannella q.b.
  11. mandorle in scaglie
  12. 3 chucchiai di marmellata di albicocche
  13. il succo e la scorza di un limone
  14. 2 cucchiai di uvetta passa
  15. 1 pizzichino di sale
  16. zucchero a velo
Utensili
  1. teglia rotonda orlata
Istruzioni
  1. Sbucciare le mele, tagliarle a fettine e metterle in una boulle a macerare per mezz’ora con l’uvetta passa, la cannella, 2 cucchiai di zucchero, la marmellata, il succo e la scorza del limone (fig.1).
  2. Accendere il forno a 180°.
  3. Frullare le mandorle sino a ridurle in polvere e metterle da parte.
  4. Montare, servendosi di una frusta elettrica le uova con lo zucchero, agg. la farina, lo yougut e, utilizzando come misurino il vasetto dello yougurt, aggiungere il latte, l’olio ed infine la farina di mandorle; montare sino ad amalgamare gli ingredienti.
  5. Versare metà composto nella teglia precedentemente imburrata ed infarinata (fig.2).
  6. Aggiungere una parte delle mele macerate lasciando cadere un po’ di marmellata, succo ed uvetta (fig.3).
  7. Coprire con il restante composto e finire adagiando le fettine di mele a raggiera come in foto (fig.4).
  8. Infornare in forno caldo per circa 35-40 minuti sino a cottura e doratura. La vecchia prova dello stecchino è sempre la migliore, inserirlo nella torta quando esce asciutto è cotta. Non aprire il forno prima di mezz’ora.
  9. A cottura ultimata, scaldare nel microonde per 20 sec. 1 cucchiaio di marmellata in una tazzina e, servendosi di un pennello, spennellare la torta, agg le mandorle in scaglie e spolverizzare con zucchero a velo.
Note
  1. Consiglio: la base di questa torta si presta ad altre preparazioni, cambiando la frutta risulterà sempre molto golosa. Ottima con le pesche.
C.R.A.L. Città Metropolitana di Messina http://www.cralprovme.it/

“Pina… cucina con amore!” – 30° ricetta: “Stella al pistacchio e nutella”

Stella al pistacchio e nutella
Stampa
Total Time
23 min
Total Time
23 min
Ingredienti
  1. 2 rotoli di pasta sfoglia rotonda
  2. 1 barattolo di nutella medio
  3. 1 boccetta di crema di pistacchio
  4. Pistacchio in granella q.b.
  5. Petali di mandorle q.b.
  6. 1 noce di burro
  7. Zucchero di canna q.b.
  8. Zucchero a velo q.b.
Utensili
  1. Rondella taglia pizza
Istruzioni
  1. Accendere il forno a 200 gradi.
  2. Prendere la leccarda da forno, adagiare il primo rotolo di sfoglia con la sua carta forno. Con un cucchiaio spalmare a cerchi la nutella e la crema di pistacchio, mettere la granella di pistacchio sopra la nutella e i petali di mandorla sopra la crema di pistacchio (fig.1).
  3. Coprire con il secondo rotolo di sfoglia e aiutandosi con la rondella tagliare degli spicchi lasciando un cerchio centrale (fig.2), potete agevolare il lavoro ponendo al centro una tazza o un coppa pasta.
  4. Girate su se stessi gli spicchi uno ad uno (fig.3).
  5. A lavoro ultimato spennellare con burro fuso e aggiungere una spolverata di zucchero di canna (fig.4).
  6. Infornare in forno caldo a 200 gradi per circa 13 min, fino a doratura. Sfornare e spolverare con zucchero a velo.
Note
  1. Note: questo dolce è semplicissimo e buonissimo, adatto a tutte le età. Potete anche prepararlo con solo la nutella (fig.5).
C.R.A.L. Città Metropolitana di Messina http://www.cralprovme.it/

“Pina… cucina con amore!” – 29° ricetta: “Sformatino di spatola e zucchine al profumo di limone”

Sformatino di Spatola e Zucchine al Profumo di Limone
Serves 6
Delizioso secondo piatto.
Stampa
Preparazione
20 min
Cottura
30 min
Total Time
50 min
Preparazione
20 min
Cottura
30 min
Total Time
50 min
Ingredienti
  1. 1 kg di spatola (12 fettine)
  2. aceto rosso q.b.
  3. 400 gr pamgrattato
  4. 50 gr pecorino romano
  5. 50 gr parmigiano
  6. 5 cucchiai di olio
  7. il succo di ½ limone
  8. 2 zucchine
  9. la scorza grattugiata di 1 limone
  10. foglie di basilico
  11. buccia grattugiata di 1 limone
Utensili
  1. Mandolina
Istruzioni
  1. Lavare le fettine di spatola e lasciarle a macerare per ½ ora in acqua e aceto.
  2. Prendere 6 pirottini di alluminio spennellarli di olio e spolverizzarli di pangratto (fig.1).
  3. Mondare la zucchine e tagliarle a fettine sottili con la mandolina scartando le prime e le ultime (fig.2).
  4. Foderare con alcune fettine i pirottini di alluminio sia intorno che alla base al fine di creare l’esterno del nostro sformatino (fig.3).
  5. In un piatto mettere l’olio con il succo di limone, in un altro preparare il pangrattato condito con parmigiano, pecorino e sale. A questo punto impanare le zucchine ed il pesce come fossero delle cotolette prima nell’olio e limone, successivamente nel pangrattato. Tagliarli in 2 o 3 pezzetti per adattarli al pirottino (fig.4).
  6. Prendere i pirottini e riempirli alternando per 3 volte con il pesce e le fettine di zucchina. Fra uno strato e l’altro agg. qualche foglia di basilico. Iniziare con il pesce e finire con la zucchina, pressare un po ed irrorare con un filo di olio (fig.5).
  7. Infornare in forno caldo a 180° per 30/35 minuti fino a doratura.
  8. A cottura ultimata uscirli dal forno, aspettare 5 min, capovolgere su un piatto e servire caldo. Impiattiamo aggiungendo la scorza del limone grattugiata.
Note
  1. Note: Accompagnate lo sformatino con una insalata a vostro piacere o con delle cipolline in agrodolce. Questo delizioso secondo piatto si può preparare qualche ora prima, tenerlo in frigo ed infornare al momento.
C.R.A.L. Città Metropolitana di Messina http://www.cralprovme.it/